Zona

 Dukan

Mediterranea

Chetogenica

La  Messegue

 dieta del minestrone

Scarsdale

 Weight Watchers

 Iperproteica

Atkins

dieta dissociata

vegan

dieta vegetariana

metabolica

Torna a lista diete

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  L'esperto risponde

 

Roberto Pedaletti  

 Naturopata

 

   La Dieta Messeguè

 e

La Dieta Del minestrone

 

 

La dieta Mésséguè



La dieta Mességué nasce da un'idea di un famoso erborista e dietologo francese, Monsieur Maurice Mességué, che associa alla dieta un trattamento depurativo a base di infusi e decotti
che aiutano a dimagrire. La dieta Mességué incentra i suoi trattamenti con erbe curative e cosmetiche, coltivate senza fare uso di fertilizzanti o insetticidi. Queste erbe biologiche vengono
usate sotto forma di tisane, bagni, impacchi ed erbe micronizzate e concentrate in capsule gelatinose. La dieta prevede un apporto calorico di circa 1.200 calorie al giorno ed ogni giorno si deve bere almeno un litro di tisana. Consiste nell’associazione di carne, pesce e verdure con i Preparati Energy Diet denominati DPE (Dose Proteica Energy Diet) composti da aminoacidi ad alto valore biologico.

Le fasi della dieta Mésségué

Il programma può durare 20 - 30 o 40 giorni e comprende due fasi:

fase d’urto: dura un numero di giorni pari a metà del programma preselezionato (es. 10 giorni nel Programma Base). Durante questa fase vengono eliminati completamente i
carboidrati. Si assumono 4 Preparati Energy Diet (4 DPE) al giorno associati a carne, pesce e verdure a volontà.
fase equilibrante: si completa il periodo del programma stabilito, reintroducendo gradualmente i carboidrati. In questa fase si assumono 2 DPE al giorno.


Chi la inventa

Monsieur Maurice Mességué (nato in Francia il 14 dicembre 1921 a Colayrac-Saint-Cirq) è un noto erborista francese autore di numerosi best-seller di medicina a base di erbe e di cucina con le erbe. Nella sua autobiografia afferma di aver trattato, tra gli altri, Winston Churchill, il Presidente Herriot di Francia, tutte le Khan, re Farouk, Jean Cocteau, il cancelliere Adenauer della Germania, e il futuro Papa Giovanni XXIII. Nel 1971 è stato eletto sindaco della città di Fleurance. Mességué ha praticato una forma di erboristeria tramandata attraverso la sua famiglia. Alcune delle pratiche riguardano, tra l'altro, di mettere in ammollo i piedi del paziente in un decotto forte di erbe raccolte a livello locale.


Come funziona
Secondo Maurice Mességué basta anche solo un giorno alla settimana di alimentazione corretta per equilibrare l'alimentazione. Inoltre occorre bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno che aiuta ad espellere le tossine. Mességué sostiene inoltre che dimagrire e ingrassare come una fisarmonica (noto con il nome di effetto yo-yo) comporta più danni che altro, e quindi consiglia di non seguire nessuna “dieta dimagrante” così come l’abbiamo intesa fino ad oggi, cioè un periodo di semi-digiuno forzato, magari intenso, ma concentrato e limitato nel tempo.
Invece di abbuffarsi tutti i giorni per un breve periodo di tempo sarebbe meglio stare a stecchetto un giorno alla settimana per sempre! Durante i pasti della giornata, fatta eccezione della colazione in cui sono previste due fette biscottate con marmellata o miele, occorre evitare carboidrati, mangiare alimenti cotti al vapore, alla griglia o crudi.
L’apporto di proteine deve essere garantito da carne o pesce o legumi. Per condimento degli alimenti usare solo un filo di olio extravergine, niente sale, formaggi o insaccati. Dal giorno
successivo e per tutta la settimana si riprende a saziarsi regolarmente. Concedersi qualche vizio serve a stare bene a livello psicologico, dato che l'equilibrio psico-fisico in una dieta è indispensabile.


La dieta è suddivisa in tre fasi:

la prima dura da 4 a 6 giorni, e prevede una dieta dissociata di una sola categoria di alimenti nelle 24 ore, per circa 1000 calorie al giorno; la seconda fase dura 25 giorni e prevede una dieta mista da 1300 calorie giornaliere; la terza dura tre mesi e prevede l’assunzione di 1500-1600 calorie al giorno.


Dieta del “Giorno di luce”
Questa dieta prevede pasti regolari per tutta la settimana per l'intero anno, con un solo giorno di restrizioni alimentari, il giorno di "luce". Così, a poco a poco, si possono perdere i chili in eccesso senza rompere l'equilibrio del vostro organismo.
Lo schema della giornata "luce"

Colazione:
30-40 g di pane intero o pane integrale tostato
30 g di marmellata o miele

Merenda:
un frutto a scelta
Pranzo:
250 g di verdure crude o cotte al vapore
200 g di carne bianca oppure 2-3 uova o 300 g di pesce
Cena:
250 g di verdura cruda o al vapore
200 g di carne bianca oppure 2-3 uova oppure 300 g di pesce

Usare olio a crudo, aceto o salse, usare solo la scorza di limone, aceto balsamico o erbe, per sostituire completamente il sale.
Non bere bevande gassate o alcool, sono ammessi solo 2 litri di acqua naturale o minerale. Se siete vegetariani sostituite la carne ed il pesce con la soia.


Cosa fare nel giorno di “luce”
E’ sufficiente ripetere il giorno di luce ogni settimana al fine di ottenere una perdita graduale (200 grammi a settimana) che, nel tempo, garantiscono una perdita costante e certa.
Attenzione, però: alcuni dietologi non considerano un giorno di dieta a settimana sufficiente a compensare gli eccessi alimentari. Il metodo è valido solo per coloro che hanno abitudini alimentari moderate.
Ecco alcune regole da seguire per adottare questo metodo con efficacia:
Mangiare lentamente, senza stress o interruzioni, in un’atmosfera tranquilla e serena; Prima del pasto principale, consumare un'insalata, che dà una sensazione di riempimento;
Mangiare ad orari prestabiliti; Non bere durante i pasti: questo porta solo ad una digestione più difficile, a causa di un aumento della quantità di acido nello stomaco;
Dopo le ore 17 non mangiare alimenti ricchi di proteine, difficili da digerire, e non mangiare nulla 2 ore prima di andare a letto;
La sera, prima di andare a letto, si può bere una tazza di tisana di tiglio o camomilla.


Durante la settimana
Diminuite le dimensioni delle porzioni: se volete perdere fino a 4 kg in un anno, è sufficiente seguire queste regole:
Smettete di mangiare pasta o riso più di una volta al giorno e, nello stesso pasto, se mangiate il pane, non associate riso o pomodori.
Iniziate ogni pasto con verdure crude o cotte al vapore.
Come spuntini, cercate di mangiare sempre frutta di stagione, che non solo blocca l'appetito, ma fornisce anche vitamine e oligoelementi utili al sistema biochimico ed ormonale e al metabolismo.
Secondo la teoria di Mességué, l’alimentazione deve apportare sali minerali, oligoelementi, vitamine, ma anche proteine ed aminoacidi , acidi grassi e polinsaturi, fibre alimentari e la
quantità d’acqua necessaria ogni giorno, questo al fine di evitare carenze alimentari e perdite di peso dovute allo scioglimento muscolare o alla perdita di acqua che comporterebbe la ripresa del peso alla fine della dieta, ed il conseguente indebolimento dell’organismo. Per le cure dimagranti, la razione calorica media giornaliera è di circa 1700 calorie.

L’idea di base è che per dimagrire sia fondamentale non la quantità degli alimenti assunta ma la qualità. Per mantenersi in forma è quindi fondamentale alternare gli amidi con le proteine
animali, in modo da favorire l’assimilazione degli alimenti e non appesantire il processo digestivo, mangiare verdura e frutta e bere acque che hanno un rapporto tra sodio e potassio pari a 1, in modo da favorire la diuresi e quindi l’eliminazione delle tossine

Vantaggi della dieta:
favorisce la perdita di peso in tempi brevi.

Svantaggi della dieta:
permette l’uso di olio di paraffina, di latte in polvere e di aspartame non la rende una dieta molto naturale, come nemmeno la libera assunzione di frutta e dolci a fine pasto;
inoltre non prevede riso o altri cereali ma solo pasta.
Va seguita solo per brevi periodi.
Indicata in caso di sovrappeso
Controindicata in caso di stitichezza, reumatismi, gotta, nervosismo, diabete, insufficienza renale, cardiopatie, gravidanza.

La dieta del minestrone

Non esiste un'unica dieta del minestrone, ma ci sono più versioni leggermente differenti. Alcuni libri di scrittori anonimi hanno documentato diverse varianti di questo semplice programma di dieta molto restrittiva, che sorprendentemente è sopravvissuta alla prova del tempo. Infatti, mangiare un piatto di minestrone, insieme a pochi altri alimenti a basso contenuto calorico, per una settimana intera, porta sicuramente ad una rapida perdita di peso, tuttavia, poiché le scelte alimentari sono così limitate e l’apporto calorico così basso, noia ed inadeguata nutrizione sono inevitabili.

Chi l'ha inventata

La dieta del minestrone è stata descritta da alcuni storici della cultura popolare come un buon esempio di leggenda urbana, trasmessa da persona a persona tramite il passaparola. Le
leggende urbane sono spesso storie o aneddoti, la chiamiamo "disinformazione ampiamente accettata." Nessuno sembra sapere quando la dieta del minestrone sia stata formulata per la prima volta o l'identità del suo autore, potrebbe avuto origine intorno al 1950, ma può risalire anche a un periodo precedente. Esiste in circolazione una ricetta risalente alla Prima Guerra Mondiale (1914-1918), quando i soldati americani combattenti in Francia avevano poche verdure disponibili. La dieta del minestrone fu ripresa nei primi anni 1980 come regime alimentare seguito dalle hostess di volo, che dovevano rientrare in rigorosi canoni di peso per mantenere il loro lavoro. Ricompare poi a metà degli anni 1990, quando i mass media resero facile alle persone trasmettere copia della dieta ad amici e colleghi di lavoro. La dieta è stata pubblicata anche su riviste e si è diffusa in associazioni di salute, nei reparti di cardiologia degli ospedali e in numerosi centri medici, che presumibilmente la prescrivevano ai pazienti in sovrappeso per prepararsi per la chirurgia cardiaca perdendo velocemente peso prima dell’operazione.

Come funziona

La dieta del minestrone non è in alcun modo un piano individualizzato. Non ci sono raccomandazioni sull'esercizio fisico, nessun suggerimento di comportamento, nessun consiglio su come cambiare le cattive abitudini, solo un elenco rigoroso di cosa mangiare in ogni giorno della settimana. I pasti devono essere consumati a casa, perché gli alimenti prescritti non si trovano nei menu della maggior parte dei ristoranti. Questo piano dieta promette una perdita di peso di 4 chili in una settimana e deve essere seguita soltanto per una sola settimana alla volta.
Se si desidera perdere maggiore peso, si consiglia di attendere qualche tempo prima di iniziare un'altra settimana di questa dieta super-ipocalorica.

La dieta del minestrone: menù di esempio


I sette giorni di piano dieta consentono di mangiare tutto ciò che si vuole, finché si tiene fede alla piccola lista di cibi consentiti a giorni alterni, insieme a due ciotole giornaliere di
minestrone. Altri alimenti specifici che devono essere consumati sono frutta, verdura, latte scremato e carne. Si consiglia inoltre di bere molta acqua ed evitare l'alcol.


Ecco un esempio di piano dieta:


1° giorno: Minestrone, macedonia di frutta (tranne le banane). Bere solo: tè senza zucchero,
tazzina di caffè, succo di mirtillo ed acqua.


2° giorno: Minestrone preparato con tutte le verdure a basso contenuto calorico che si desiderano (tranne fagioli, piselli o mais) e una patata al forno con burro.


3° giorno: Minestrone, macedonia di frutta (tranne le banane). Bere solo: tè senza zucchero, tazzina di caffè, succo di mirtillo ed acqua.


4° giorno: Minestrone, banane e due bicchieri di latte scremato.


5° giorno: Minestrone, manzo, pollo o pesce, pomodori freschi ed almeno 6-8 bicchieri d'acqua.


6° giorno: Minestrone, bistecche di manzo e quantità illimitata di verdure.


7° giorno: Minestrone, riso integrale, succhi di frutta non zuccherati, e verdura senza limiti.

La ricetta per il minestrone varia leggermente tra le diverse versioni della dieta, ma comprende fondamentalmente verdure assortite a basso contenuto calorico come cipolle e pomodori, ed è aromatizzato con una miscela di zuppa di cipolle, brodo e succo di pomodoro.


Ecco una ricetta tipica:


2 dadi per brodo di pollo o manzo
1 costa di sedano (non il gambo intero) a dadini
3 carote
2 peperoni
1 grande cipolla bianca tagliata finemente
2 barattoli di pomodori a cubetti o interi
sale
pepe
prezzemolo
salsa di soia a piacere (o qualsiasi altro condimento che sia di vostro gradimento)
Mettere un po’ di olio in una pentola grande e rosolare tutte le verdure finché diventano tenere.
Aggiungere 12 tazze di acqua, mescolare i dadi, il brodo ed i condimenti. Cuocere fino a quando il minestrone raggiunge la morbidezza desiderata ed aggiungere poi i pomodori.
Attenzione: questa dieta può causare disturbi gastrointestinali.

Come agisce


La dieta del minestrone è essenzialmente una dieta ad azione rapida così ipocalorica che si perde peso rapidamente durante la settimana di terapia. Non c'è una magia che favorisca la perdita di peso, il segreto, se così vogliamo dire, è la natura a basso contenuto calorico degli alimenti assunti. Si possono perdere fino a 10-15 chili, ma il problema è che la maggior parte del
peso perso sarà costituito principalmente da liquidi e non grasso, pertanto risulta essere molto più facile riprendere una volta che si inizia a mangiare normalmente. Mangiare praticamente gli stessi alimenti ogni giorno per una settimana può essere monotono ed inoltre gli esperti concordano sul fatto che qualsiasi dieta con 1.200 calorie al giorno è potenzialmente pericolosa per l’organismo ed è quasi impossibile assumere tutti i nutrienti necessari e soddisfare la fame con così poche calorie.

Cosa dicono gli esperti


Secondo gli esperti questa dieta presenta una grave carenza di sostanze nutritive, che si traduce in una perdita di peso costituita prevalentemente da liquidi e non da grasso essenziale ed inoltre implica il rischio psicologico di sfiducia verso la maggior parte delle diete, perché le persone che
si mettono a dieta si scoraggiano quando perdono peso solo per riguadagnarlo successivamente (noto effetto yo-yo di molte diete). Questo può persuadere molti soggetti a pensare che tutte le diete non portano a risultati confacenti. Inoltre i dietisti consigliano di orientarsi vero altri piani alimentari più equilibrati e vari da abbinare sempre a regolare esercizio fisico. L'aspetto positivo del piano della dieta del minestrone è che si può convincere le persone a mangiare più verdure.

Considerazioni finali sulla dieta


Prima di iniziare la dieta del minestrone o qualsiasi altra dieta è sempre consigliato consultare il medico per accertarsi di non aver problemi di salute, dopodiché si può procedere all’acquisto di tutti gli ingredienti per preparare il minestrone che è alla base di tale dieta, inoltre fare scorta di: frutta, verdura, latte scremato, pesce, pollo o carne. Questo programma di dieta non è altro che una soluzione rapida che non fa nulla per aiutare a modificare i comportamenti che portano ad aumentare di peso. Il risultato? Continuate a cercare un programma che preveda tutti i componenti utili per uno stile di vita sano, anche una regolare attività fisica, e che sia adatto per una perdita di peso a lungo termine. La dieta del minestrone è rivolta unicamente ad una perdita di peso a breve termine, e viene di solito consigliata come un modo rapido per perdere peso dopo periodi come il Natale, quando si fanno grandi abbuffate o per indossare un vestito particolare per un'occasione speciale (ad esempio il matrimonio).

Vantaggi:


La dieta del minestrone funziona per alcune persone, ma solo come modo per perdere peso rapidamente. Ad alcune persone piace il fatto che questo regime alimentare offra una sorta di
pausa salutare dal cibo spazzatura o dai fast food, e che non richieda ingredienti insoliti o costosi, ricette complesse. Inoltre, il minestrone può essere conservato in frigorifero o congelato
per un uso successivo.

Precauzioni:


La dieta è sicura per la maggior parte degli adulti in buona salute che non la seguono per più di sette giorni. La dieta non deve essere seguita da persone con diabete di tipo 2, disturbi
alimentari, o altre patologie che richiedono diete speciali, senza consultare un medico o un dietista. Coloro che adottano questo tipo di dieta devono essere consapevoli che la maggior parte del peso che perdono durante la settimana è dovuto a perdita di liquidi e che viene facilmente recuperato quando si ritorna alle precedenti abitudini alimentari. A causa della natura restrittiva e ripetitiva di questa dieta, è difficile da sostenere per un lungo periodo di tempo e continuare nel programma alimentare oltre alla settimana potrebbe portare all’effetto
yo-yo, che è stato dimostrato essere dannoso per la salute. La dieta non prevede un adeguato equilibrio di nutrienti e può essere a troppo basso contenuto di calorie per essere consumata per lunghi periodi di tempo.


Rischi:
Gli effetti collaterali della dieta possono includere vertigini, sensazione di testa vuota, e flatulenze (gas intestinali), quest'ultimo effetto può essere fonte di imbarazzo

 

articolo tratto da top dieta   www.inerboristeria.com

 

Depilazione con il filo Orientale

 Dove sono Centri e Professionisti

 

 

Il nuovo modo di fare shopping

Solo nei nostri centri Associati

 

 

essere in forma e salute?

Contatta il nostro Naturopata  3930104309

 o invia  mail

 olisticinfo@gmail.com 

 

 

piu info?  clicca QUI

 

Prodotti e Marchi

Mary Rose

La compattazione

Video

Consigli di

Bennessere

Chi Siamo

;